“Non si può risolvere un problema con la stessa mentalità che lo ha generato”

Albert Einstein

L’approccio SISTEMICO RELAZIONALE si configura come il quadro teorico di riferimento per l’analisi del problema presentato e la ricerca dell’intervento più adeguato. Si eseguono test psicodiagnostici, osservazioni strutturate delle dinamiche relazionali familiari, consulenze psicologiche e di psicoterapia.

Consulenza individuale

Percorso che prevede incontri tra terapeuta e paziente, utile a trasformare i momenti di crisi in possibilità di evoluzione, non permettendo che costituiscano così un blocco per l’individuo. Questo intervento può essere finalizzato alla remissione dei sintomi e/o al cambiamento personale.

Consulenza di coppia

Percorso che prevede la partecipazione della coppia in crisi. L’obiettivo dell’intervento è quello di stabilire un nuovo equilibrio di fronte alle trasformazioni e alle difficoltà che la vita presenta. Là dove questo non risulti possibile, fornisce un aiuto nell’affrontare il processo separativo.

Consulenza familiare

Prevede la partecipazione di tutta la famiglia e si pone l’obiettivo di intervenire sulle dinamiche relazionali disfunzionali in atto, favorendo le risorse presenti nel sistema. Possono essere utilizzati strumenti relativi all’approccio sistemico-relazionale, quali genogramma, disegno congiunto, sculture familiari ed altre tecniche, al fine di favorire un processo di cambiamento nella diverse fasi di impasse del ciclo di vita familiare.
Nei casi in cui sia presente un minore, sono previsti incontri sia con la coppia genitoriale che con il bambino/adolescente. Vengono utilizzati strumenti relativi al gioco, al disegno, all’uso di storie e favole in funzione simbolica, finalizzati all’espressione dei propri vissuti emotivi all’interno di un contesto rassicurante per il bambino.

Valutazioni psicodiagnostiche

Sono costituite da una serie di incontri che comprendono il colloquio clinico, l’anamnesi e la somministrazione di test. L’integrazione delle informazioni raccolte permette di delineare un quadro completo della personalità del soggetto, consentendo di conoscere gli aspetti funzionali e disfunzionali della persona, le risorse disponibili e le potenzialità attivabili. Questo fornisce preziosi indicatori al fine di individuare il trattamento clinico maggiormente adeguato.
I test utilizzati per le psicodiagnosi sono quelli più conosciuti e validi: test di livello intellettivo (WAIS-R), questionari di personalità (MMPI-2 e Millon), test proiettivi (Wartegg) e test neurocognitivi.

La loro utilità si può riscontare in:
• ambito clinico, ai fini diagnostici e terapeutici, per predisporre un progetto mirato, adeguato alle risorse e alle esigenze della persona;
• ambito forense, al fine di valutare la condizione psichica di un soggetto, per rispondere ai quesiti tecnici posti dal Giudice.