il nostro Blog

“Non si può risolvere un problema con la stessa mentalità che lo ha generato”
Albert Einstein

Perchè la Bussola e la Clessidra?

Lo studio prende il nome da due strumenti di “navigazione”: la BUSSOLA e la CLESSIDRA.

                    

Il significato della rosa dei venti, o BUSSOLA, che indicando la direzione attraverso l’individuazione dei punti cardinali porta con sé il senso dello spazio, è quello della libertà (liberi come il vento), ma anche quello di ancoraggio alla strada di casa, in quanto strumento che serve ad orientarsi in vasti spazi, come il mare, dove non ci siano punti di riferimento. Essa racchiude il significato epistemologico del modello di riferimento, in quanto ogni individuo appartiene ad una specifica configurazione familiare, all’interno della quale può evolvere per individuarsi.

La CLESSIDRA è uno dei primi strumenti che l’uomo ha inventato per misurare il trascorrere del tempo. Essa può indicare un collegamento con la memoria derivata dal passato e dalle esperienze fatte nella corso della vita (“tempo sospeso”); può, al contrario, indicare lo scorrere del tempo, la transitorietà, il cambiamento inevitabile, il veloce passaggio della vita, la ricorrenza ciclica della vita e della la morte, quindi la caducità della vita terrena (tempo contato e prossimo alla scadenza); ma può indicare anche, nel suo essere divisa in due, un certo significato di armonioso equilibrio delle cose presenti nell’universo. Il fatto che si ha la possibilità di rovesciarla significa che si ha l’opportunità di cambiare gli eventi e di invertire gli opposti.